venerdì

Il colore in casa. La luce: esposizione naturale e luce artificiale

Nella scelta dei colori per la propria casa un grossissimo errore è non prendere in considerazione gli effetti della luce sul colore: vivendo gran parte della nostra vita nella luce artificiale, spesso ci dimentichiamo degli effetti del cambiamento di luminosità durante il giorno e nelle varie stagioni dell'anno.
Il sogno di ognuno è quello di acquistare una casa luminosa e piena di luce, ma questo non è sempre possibile e allora è bene sfruttare al massimo quella esistente usando tessuti trasparenti, specchi, vetri e colori riflettenti. Un uso abile del colore e della luce può aiutarvi a trarre il massimo da qualsiasi area scura della vostra casa: la cosa più banale, ma che è meglio ricordare è che le tinte chiare riflettono la luce, mentre le scure la assorbono.

LUCE NATURALE
La luce permette ai colori di esprimersi al meglio. Quando decidete uno schema di colori per una particolare stanza dovrete considerare che tipo e quanta luce naturale vi entra. Scoprite quanto è intensa la luce del giorno e trascorrete del tempo nella stanza in diverse ore della giornata, prendendo nota di come la luce la influenza.

Sud
Se una stanza ha un'ampia finestra e riceve molta luce naturale da sud, grazie all'inclinazione del raggi solari, accentuata in inverno e quasi inesistemte in estate, la stanza viene riscaldata dal sole nei mesi freddi e non viene infuocata durante i mesi estivi.
Se riuscite, sfruttate le stanze rivolte a sud nelle ore diurne per quegli ambienti dove passerete la maggior parte del tempo, come la cucina ed il salotto, così da ottenere il massimo della luce disponibile.
In questo una tavolozza di colori freddi, come il bianco puro e tutta la gamma dei colori verdi e azzurri, apparirà graziosa e non fredda.



Est
Una stanza esposta ad est gode di buona luminosità, soprattutto al mattino.
E' l'ideale per i soggiorni o per le camere da letto anche perchè, in estate, il sole del mattino riscalda moderatamente, mentre di sera l'ambiente rimane fresco.
Sono consigliati tutti i colori naturali e neutri, come la gamma di beige fino all'ocra, ma anche tutta la gamma di grigi chiari, magari dai toni caldi.


Ovest
Un locale con esposizione ad ovest gode della maggiore esposizione al calore e ai raggi del sole nella seconda parte della giornata, quella più calda.
Si consiglia per il soggiorno solo nelle località più fresche (collina e montagna) proprio perchè permette di sfruttare la luce naturale fino al tramonto. Al contrario, si sconsiglia in località molto calde perchè il sole colpisce le pareti nelle ore più calde.
Per imbiancare queste stanze vanno bene i colori freddi chiari, magari da abbinare a colori vivaci che verranno accesi dal sole al tramonto.


Nord
Se una stanza è rivolta a nord riceverà una quantità minima di luce naturale e quindi piuttosto buia durante tutta la giornata.
Usate le stanze rivolte a nord se possibile per disimpegni, corridoi, dispense o cucine non abitabili, se non è possibile al massimo per la camera da letto, ma evitate di posizionarci il soggiorno dove si trascorrono molte ore.
In queste stanze dovrete utilizzare colori che riscaldano per attenuare l'ombra e bilanceranno bene la poca e fredda luce di questa esposizione, come il giallo, il rosa, l'arancio ed il rosso, e ricordarsi di sopperire con adeguata luce artificiale.


LUCE ARTIFICIALE
La luce artificiale può non essere amichevole con i colori, quindi va scelta con cura. La luce artificiale infatti altera il colore: per valutare come si comportano i colori dipingerli su un cartoncino e poi disponete quest'ultimo nelle diverse posizioni della stanza.

Esistono poi tre stili di illuminazione tra cui scegliere:
Luce da lavoro che deve essere intensa e diretta, meglio se direzionabile, che serve per leggere, cucinare o altri lavori simili.
Luce d'ambiente che deve sopperire a quella esterna: vanno evitate le luci a soffitto centrali perchè appiattiscono tutti i colori, tranne i lampadari a bracci che emettono luci diffuse. Preferire quelle a parete e, se possibile, una luce regolabile.
Luce d'atmosfera, come le lampade a piantana e quelle da tavolo tenui, che va mantenuta ad una bassa intensità.


CIRCOLAZIONE della LUCE E DEL COLORE
Per aiutare la luce a circolare in tutta la casa si può sfruttare l'idea di scegliere un colore principale e usarlo in ogni stanza come colore di base in tutti gli schemi di colore.
Se decidete di usare uno schema monocromatico con diverse tonalità  dello stesso colore, usate quello più chiaro per il soffitto, quello intermedio per le pareti e quello più scuro per la metà inferiore delle pareti o per il pavimento.
Considerare i colori delle stanze adiacenti, soprattutto i colori visibili con la porta aperta, in modo che non ci sia uno sgradevole contrasto.

Nessun commento:

Posta un commento